Calcio, Sicula Leonzio tuona Leonardi: “Stanco degli errori arbitrali a nostro danno”

Calcio, Sicula Leonzio tuona Leonardi: “Stanco degli errori arbitrali a nostro danno”

16 Ottobre 2017 Off Di Redazione
Condividi articolo:

Il Presidente Giuseppe Leonardi in conferenza stampa non nasconde la propria amarezza per il pari maturato, acuita dalla decisione controversa che ha fortemente penalizzato la Sicula Leonzio defraudata dal gol maturato sugli sviluppi del calcio di rigore realizzato da Pietro Arcidiacono.

Sono abbastanza stanco, è davvero inammissibile quello che oggi sia accaduto, del furto che ci è costato la vittoria. Ai tantissimi problemi che stiamo fronteggiando, che si aggiungono settimana dopo settimana, arriva questo gol prima accordato e poi scandalosamente annullato e che ci priva di poter vincere una partita che avremmo meritato. Vi abbiamo messo pure del nostro perchè oggi non avremmo dovuto calciare il rigore in quella maniera, siamo stati degli stupidi. Avessimo sbloccato la partita, sicuramente avremmo avuto più chances di fare nostro il match” afferma il Presidente Leonardi che chiede maggiore tutela nei confronti della propria società.
“Mi auguro di avere maggiore tutela. Non vogliamo essere vittime sacrificali di questo campionato. La Sicula Leonzio è la squadra che ha subito il maggior numero di rigori al passivo, ben 4 su 8 partite disputate, praticamente un rigore ogni due partite giocate. A Lecce abbiamo anche subito l’allontanamento del mister che ha pagato con la squalifica di ben 2 turni che riteniamo esagerata e pesante. Rappresentiamo Lentini, che al cospetto degli importanti capoluoghi di provincia e centri urbani vanta il minor numero di abitanti, ma non può essere una discriminante nè per il lavoro che fa la squadra e soprattutto per gli capitali che stanno gravando su questa proprietà. Sono stanco di fare calcio, chiedo solamente di vincere o perdere ma nel rettangolo di gioco e a condizioni eque. Tante sono le problematiche che stiamo affrontando, mai una lamentela, mai una sbottatura contro gli arbitri o la classe arbitrale ma siamo martoriati e stanchi delle continue decisioni che ci stanno penalizzando. Abbiamo giocato al Cibali che per noi è un campo neutro, con il supporto dei nostri affezionati abbonati che ci hanno seguito anche a Catania ma non è la stessa cosa” infine una chiosa sulla prestazione della squadra che avrebbe meritato la vittoria anche per la ripaga della prestazione offerta.
“I ragazzi hanno captato il messaggio dato in settimana, c’è stata la cattiveria giusta, l’ intensità che aveva chiesto il mister e la società. Siamo stati stupidi sul rigore, l’ unico rimprovero che faccio ai ragazzi” conclude il Presidente Giuseppe Leonardi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli...